images

Il cyberbullismo è un modo di deridere, insultare e far star male gli altri attraverso internet; possiamo considerarlo come uno sfogo di rabbia che alcuni soggetti indirizzano contro altri. Le persone vittime di bullismo e cyberbullismo sono nella maggior parte dei casi innocenti: vittime o individuate a caso, o scelte in quanto giudicatie fragili e sole quindi facili da vincere. Purtroppo, spesso codeste si ritrovano al compimento di atti estremi, dovuti alla perdita di dignità e alle derisioni da parte dei propri “amici” o presunti tali.

Il cyberbullismo si può trovare in due forme: una virtualizzata classica portata avanti attraverso insulti leggeri, scherzi e piccole risate e una distruttiva che si esprime attraverso ricatti o insulti gravi e personali. Solitamente viene compiuto bullismo perché si è gelosi, perché ci si vuole sfogare e perché prendendocela contro uno più debole si ha la falsa percezione di essere forti; i bulli in realtà sono persone che nascondono la propria debolezza prevaricando sugli altri, ostentando la propria superiorità su soggetti considerati “inferiori”.

Mi e Vi chiedo: PERCHè SI ARRIVA A TANTO?

Questo fenomeno si può combattere, si deve combattere, bisogna cercare di parlare degli attacchi subiti con parenti, genitori, insegnanti o amici in modo da trovare una soluzione senza tenersi la “TEMPESTA”di sentimenti negativi dentro, al contrario il rischio è quello di esplodere distruggendo mentalmente la vittima. Non trasformiamo insulti in ricatti; il cyberbullismo può diventare molto peggio, una volta entrati in quel vortice, infatti, può essere molto lungo e doloroso uscirne se non adeguatamente aiutati..

BISOGNA ESSERE PiU’ FORTI, BISOGNA SFORZARSI DI ESSERE MIGLIORI CON GLI ALTRI PERCHE’ SIAMO TUTTI UGUALI !!!

(Giorgia G. & Aurora L. scuola Verdi)

 

Annunci